Mobilità sostenibile e start-up

Negli ultimi anni si sente parlare spesso di inquinamento, aumento del rilascio di CO2 nell’ambiente, distruzione dell’ecosistema, desertificazione; tutti termini che fanno pensare al peggio e che a livello psicologico non stimolano il cervello a reagire.

Questo articolo nasce quindi con l’obiettivo di mostrare che, oltre a coloro che pensano a presentare i problemi a livello ambientale, ci sono anche persone che si stanno adoperando per cercare soluzioni che possano aiutare il pianeta senza per altro farci abbandonare le nostre comodità.

Nel seguito vi presento 5 start-up che operano e rivoluzionano da un punto di vista della mobilità sostenibile 5 settori differenti (servizi, materiali, ricariche, turismo, gamification).

Scoobic: i veicoli dell’ultimo miglio

Scoobic è una start-up con sede a Siviglia, nata nel 2018, con l’obiettivo di risolvere il problema sorto con il boom della vendita al dettaglio online: hanno infatti pensato a come trasformare il settore delle consegne dell’ultimo miglio in modo sostenibile stimando un aumento del 36% di congestione stradale nei centri urbani entro il 2030.

E’ così che è nato Scoobic, che ha preso il nome dalla startup, ovvero un veicolo elettrico multiuso che unisce la flessibilità di un motorino elettrico e la capacità di carico di un furgoncino. Si destreggia nel traffico cittadino con disinvoltura senza disperdere CO2 nell’atmosfera e senza fare rumore.

Ma Scoobic non si ferma qui, infatti ha voluto fare di più per l’ambiente e per i nostri polmoni cercando di assorbire le emissioni prodotte da altri avendo integrato al suo interno un elettrofiltro a ioni che permette di aspirare e depurare l’aria da particelle contaminanti fino a 2000 m^3 in 10 ore al giorno.

In generale, con questi mezzi è possibile parcheggiare gratis anche nelle aree blu, possono accedere senza problemi alle zone pedonali e soprattutto sono facili da guidare anche in vie strette grazie alla presenza dell’idroguida.

Con un carico fino a 420 kg in soli 97 cm di larghezza sono imbattibili nelle consegne giornaliere in città possedendo un vano di carico stabile che permette di trasportare pacchi in tutta sicurezza. Sono dotati di un box speciale per le consegne dei barili di birra scaricabili direttamente all’esterno di bar e ristoranti senza restrizioni, oltre a garantire la catena del freddo/caldo per la consegna porta a porta. Consentono inoltre di trasportare strumenti di lavoro pesanti per eseguire servizi di manutenzione rapida senza sprecare spazio. Utilizzabili anche dai netturbini comunali rispettano il comfort e la tranquillità delle comunità circostanti mantenendo pulita l’aria che respiriamo grazie alla loro natura 100% elettrica.

Scoobic Urban Mobility ha stipulato accordi con partner quali Bridgestone e la sua filiale Webfleet Solution, per offrire un pacchetto di soluzioni integrate per tutti i clienti di Scoobic: a livello europeo il servizio é già attivo in tutti i Paesi in cui sono attive entrambe le aziende e sarà presto esteso in altri mercati come Germania, Polonia e Regno Unito.
Bridgestone si occupa della fornitura di pneumatici e dell’assistenza sui veicoli, mentre Webfleet Solutions invece offre soluzioni all’avanguardia per la gestione dei veicoli per quanto riguarda le informazioni sul livello della batteria, tempi di ricarica e punti di ricarica più vicini, inviando una notifica di avviso nel caso in cui siano necessari controlli al veicolo.

Rein4ced: per materiali resistenti agli urti

Rein4ced è una start-up belga fondata nel 2015 che ha sviluppato e brevettato un nuovissimo materiale composito che combina le proprietà di rigidità e leggerezza della tradizionale fibra di carbonio con la durezza dell’acciaio duttile attraverso la nuova tecnologia Feather, ovvero un processo di produzione completamente automatizzato che offre telai per biciclette sicuri, durevoli e leggeri. Grazie a questa maggiore resistenza del materiale composito si può ridurre l’impiego di ulteriore materiale in quei punti che spesso, per reggere ad eventuali urti, necessitano di essere rinforzati con altre componenti.

La strategia aziendale, oltre ai materiali, comprende anche un nuovissimo stabilimento completamente automatizzato, inaugurato nel 2019 a Leuven, giusto qualche giorno prima della partenza del Tour de France a Bruxelles. Con questo stabilimento, che ha una capacità produttiva di circa ventimila telai l’anno, Rein4ced vuole riportare la produzione di telai per biciclette in carbonio in Europa, dato che la maggior parte delle biciclette della corsa a tappe più importante di tutto il panorama sportivo viene prodotta in Asia.

La pandemia ha infatti messo a dura prova i produttori di alcuni grossi marchi del mondo bike, spianando la strada al fenomeno del reshoring, ovvero permettendo loro di smarcarsi dal mondo asiatico e riportare la produzione nei paesi di origine in Europa. Rein4ced fornirà telai infrangibili ai principali marchi di ciclismo, senza contare che le aziende con sede in Europa potranno beneficiare di notevoli vantaggi logistici e di una maggiore flessibilità ed efficienza della catena di approvvigionamento.
Ciò significa minori impatti ambientali associati ai trasporti ed alla logistica a lungo raggio.

La realizzazione di questo materiale composito è stato supportato finanziariamente e nel suo processo di sviluppo da EIT RawMaterials Booster, un marchio di grande esperienza nel settore delle materie prime, dando la possibilità a Rein4ced di convalidare la fattibilità tecnica del loro prodotto, avviare il co-sviluppo di un prodotto completo con clienti principali e contattare gli investitori necessari per finanziare l’ulteriore percorso verso l’introduzione sul mercato.

GBatteries: ricariche veloci e sicure

GBatteries è una start-up canadese con sede ad Ottawa nata nel 2012 con l’obiettivo di ridurre i tempi di ricarica delle batterie senza comprometterne la durata.
Sono partiti inizialmente allestendo un piccolo laboratorio in garage per approdare poi in Silicon Valley, dove hanno trovato casa nell’acceleratore di Y-Combinator, vedendo arrivare i primi finanziatori inizialmente del mondo della telefonia.

Hanno così compreso che il problema risiede nella gestione del processo di ricarica delle batterie e, grazie a finanziatori legati al mondo dell’auto con cui hanno stretto una partnership, sono riusciti a sviluppare un sistema di modulazione dei flussi di energia in base alle condizioni di ogni singola cella all’interno della batteria, poi esposto al CES di Las Vegas. Questo sistema permette di caricare le batterie dell’auto in soli 10 minuti, non in ore.

Come ha spiegato Tim Sherstyuk, uno dei fondatori di GBatteries, ad un giornale canadese: “Le batterie sono come un pallone: se cerchi di gonfiarlo con un soffio violento esplode. Ma se immetti l’aria con cautela, verifichi l’effetto, poi aumenti il flusso gradatamente la gomma si espande senza rompersi”.

L’innovazione sta dunque nel partire da quello che c’è già ed è funzionante, e sviluppare una combinazione di algoritmi di software ed elettronica per riuscire a sfruttarne al meglio le potenzialità. Attualmente l’unico problema risiede però nella resistenza dei produttori di dispositivi all’utilizzo di questa tecnologia, in quanto i consumatori sarebbero meno propensi alla sostituzione dei prodotti dato il buon funzionamento di quelli posseduti.

Bikesquare: turismo e mobilità su due ruote

Bikesquare è una start-up innovativa a vocazione sociale fondata nel 2016 a Novello in Italia. Tramite la sua piattaforma, si occupa di promuovere il cicloturismo e la mobilità ciclistica con il noleggio di bici elettriche, creando nuove reti sul territorio e coinvolgendo le realtà presenti. Il progetto nasce in Piemonte, nelle Langhe e pian piano si è diffuso in tutt’Italia ed in Europa.

Trasforma i territori in ‘amici della bici’, contribuisce all’incremento del numero di ciclisti e cicloturisti e trasferisce un importante numero di chilometri percorsi oggi in auto verso mezzi più sostenibili. BikeSquare offre un set completo di servizi innovativi a favore dei vari soggetti coinvolti nella creazione e promozione di percorsi ciclabili e circuiti cicloturistici (enti pubblici, strutture ricettive, cicloturisti). Inoltre, trasforma la tua e-bike in smart-bike grazie a un dispositivo GPS+GSM, ossia ad un localizzatore con funzione SOS.

Grazie al bando FactorYmpresa Turismo, BikeSquare ha vinto, insieme ad altre 9 startup e tra tantissime candidature, il premio finale per diffondere il proprio modello di business lungo la Ciclovia Tirrenica, da Ventimiglia a Roma, un’area caratterizzata da una lunga stagione turistica ed un entroterra ricco di paesaggi e sapori da scoprire grazie ai tour che l’impresa andrà ad organizzare in collaborazione con le realtà del territorio.

Viene quindi riproposta una “nuova” modalità di conoscere il territorio facendo apprezzare non soltanto la meta del viaggio, ma inglobando tutta la tratta percorsa per raggiungerla, promuovendo un modello che rispetta le realtà locali e le valorizza, che favorisce la crescita di piccole realtà radicate sul territorio, e che facilita l’incontro tra turisti e residenti in maniera morbida e non invadente.

MUV B Corp: giocare alla sostenibilità

MUV B Corp è una start up a vocazione sociale, nata nel 2020 come spin-off di un progetto di ricerca Horizon 2020, che ha sviluppato un gioco che incentiva comportamenti più sostenibili, certifica la riduzione di CO2 e, grazie ai dati raccolti, aiuta a creare piani di mobilità per enti e aziende.

Le persone che decidono di utilizzare mezzi ecosostenibili invece dell’automobile, lo fanno per propria scelta, mentalità oppure perché trainati da un mood, un gioco appunto. Cosa c’è di più bello di un gioco, in cui se ti applichi puoi anche rischiare di vincere? Più cammini o ti sposti con i mezzi pubblici o in bici, più vinci!

Il Team di MUV ha sviluppato un’app (MUV Game) che permette di organizzare e partecipare ad eventi pensati per trasformare la mobilità sostenibile in uno sport, offrendo l’opportunità di contribuire in prima persona alla lotta al cambiamento climatico. Leggi di più sulle app per la mobilità sostenibile.

E’ un’applicazione davvero facile e intuitiva: una volta scaricata gratuitamente dallo store, si può creare il proprio avatar inserendo i propri dati fisici, tramite cui l’applicazione ci farà avere un riscontro sulle calorie perse, e si è pronti per cominciare a utilizzarla come una qualsiasi altra applicazione. La differenza sta però nel fatto che MUV Game monitora e fa guadagnare punti con qualsiasi tipo di movimento sostenibile: bicicletta, monopattino, ma anche autobus, treno o qualsiasi mezzo pubblico. Ogni settimana agli utenti vengono proposte sfide, classifiche e tornei a squadre per vincere premi, sconti o inviti ad eventi esclusivi; i dati verranno poi raccolti, resi anonimi e condivisi sotto forma di open data per alimentare il dibattito sulla mobilità e influenzare il processo di politiche urbane.

Sono già state realizzate vere e proprie sfide di mobilità sostenibile a Palermo e Monza nel 2021 e nell’anno corrente sono previste anche sfide e tornei, in partnership con aziende che condividono gli stessi valori, nelle principali città italiane ed europee quando verrà lanciato “Serie MUV”, il campionato di sostenibilità per i tifosi di calcio, grazie a importanti clienti quali la Fondazione CRT, EIT Urban Mobility e il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile.

Esperimento

Nel mondo delle start-up c’è fermento sul tema della mobilità sostenibile. Quello che qui vi abbiamo presentato è solo una goccia nel mare dell’universo innovativo. Se siete arrivati fin qui, spero di avervi incuriosito e invogliato ad andare a scoprire, con il piglio dell’innovatore, quali idee possono dare un valore aggiunto sul tema. E’ infatti dalle idee che nascono le grandi start-up. 

Provate a chiedere al proprietario del bar di paese o del quartiere di poter mettere nel locale una lavagna e qualche pennarello e di farla semplicemente notare ai clienti. Poi tracciate una tabella con 2 colonne di cui la prima avrà come titolo: “Attività proposta (da):” mentre la seconda: “Chi vuole partecipare e contribuire?”

Ed ora… sbizzarritevi!

Immagine di copertina: Gerd Altmann da Pixabay

Autore /

Datemi una Bici..e conquisterò il mondo! La cucina è il mio campo di battaglia, nulla si butta, tutto si trasforma per divenire una stupenda prelibatezza da assaporare con il palato. In compagnia? Ancora meglio! Ed ecco a voi un appassionevole "assemblaggio" di vita di un Ingegnere Meccanico!

Cosa stai cercando?