10 casi di innovazione sociale che ti stupiranno

Quali forme può assumere l’innovazione sociale e in che modo si manifesta in progetti, iniziative e soluzioni concrete?
Questo articolo risponde proprio a questa domanda e propone un breve (e per nulla esaustivo) elenco di realtà italiane ed estere che rappresentano degli esempi concreti di innovazione sociale declinata per 8 macro trend (di cui abbiamo parlato qui) che, su scala globale, stanno già cambiando il nostro modo di vivere le città, il lavoro e le relazioni.

1. PROGETTO QUID

Quid è un’impresa sociale che offre formazione e opportunità di lavoro creativo a donne con alle spalle un difficile trascorso personale o sociale.

Queste ultime vengono coinvolte nella produzione di capi di moda etica sotto l’etichetta “Progetto Quid”, un brand di moda sostenibile che realizza nuovi capi di abbigliamento e accessori in edizione limitata trasformando eccedenze di tessuti forniti da altri marchi.
Ogni prodotto venduto consente a questo progetto di ampliarsi sempre di più e di aiutare ancora più persone ad avere una nuova occasione personale e professionale.

In seguito all’emergenza Covid-19, Quid ha riconvertito parte della propria produzione per realizzare mascherine in tessuto, così da garantire continuità lavorativa ai propri dipendenti.


Per saperne di più: https://www.quidorg.it/

Foto da: Quidorg.it

2. FONDAZIONE INNOVAZIONE URBANA

La Fondazione per l’Innovazione Urbana è un centro di analisi, comunicazione, elaborazione e co-produzione sulle trasformazioni urbane per affrontare le sfide sociali, ambientali e tecnologiche.
Nata nel 2018 e operante a Bologna, negli anni la fondazione ha ampliato progressivamente il suo raggio d’azione, affermandosi come un “cervello collettivo” e un luogo di incontro di idee, attività, iniziative di cittadinanza attiva da parte di istituzioni, associazioni e movimenti sociali e culturali.

Foto da: https://www.fondazioneinnovazioneurbana.it/

Nel concreto, la Fondazione si occupa di attività di informazione e promozione del territorio e della cultura urbana, di attivazione di percorsi di partecipazione pubblica e dell’osservazione delle trasformazioni urbane, in un’ottica di innovazione sociale.
Tra i progetti promossi dalla Fondazione anche c’è Chiara.eco, uno spazio digitale nato dal bisogno di conoscere e generare consapevolezza sulla crisi ecologica e climatica. L’obiettivo – perseguito attraverso la raccolta e la divulgazione che raccoglie di notizie, dossier e articoli di approfondimento affidati a scienziati ed esperti del settore – è quello di ispirare nuovi progetti e di costruire linee di intervento concrete e condivise per affrontare subito la crisi climatica e le conseguenze che porta con sé.

Per saperne di più: https://www.fondazioneinnovazioneurbana.it/

3. MYGRANTS

Chris Richmond N’zi, classe 1985, è l’inventore, con Aicha Coulibaly, hanno fondato Mygrants, la prima app basata sul microlearning progettata appositamente per fornire supporto agli immigrati attraverso quiz tematici e assessment. Il quiz fornisce ai tirocinanti tutte le informazioni e la formazione necessarie per costruire consapevolezza e conoscenza del contesto culturale, nuove competenze e rinnovata credibilità, con l’obiettivo di favorire l’inserimento dei richiedenti asilo nel mondo del lavoro in Italia facendo incontrare il fabbisogno occupazionale delle aziende e le competenze (formali o informali) dei migranti.
Tra le opportunità offerte dalla piattaforma c’è Cashme, il servizio gratuito di financial rewarding che permette agli utenti di Mygrants di guadagnare denaro ogni mese imparando e conseguendo obiettivi in termini di formazione personale e professionale. Questo consente ai migranti di avere un sostentamento economico per rispondere ai propri bisogni e favorire così l’inserimento sociale.

Per saperne di più: https://mygrants.it/

4. WRAD

Foto da wradliving.com

Dopo aver realizzato che quella della moda è la seconda industria più inquinante al mondo, Matteo WardSilvia Giovanardi e Victor Santiago hanno lasciato il loro lavoro nel mondo della moda e, nel 2015, hanno lanciato WRÅD.
All’inizio non erano che una pagina Instagram e un movimento educativo senza scopo di lucro focalizzato sulla sensibilizzazione riguardo al vero impatto ambientale dell’abbigliamento: poi il progetto si è evoluto rapidamente, grazie anche a un programma sinergico di ricerca e sviluppo sostenuto da Perpetua. Uno dei prodotti più innovativi di questa design company italiana è infatti Graphi–Tee, una maglietta grigia tinta con la grafite e realizzata in modo sostenibile che rappresenta non solo un omaggio all’antica tradizione tessile italiana (in epoca romana le vesti venivano intinte nella grafite), ma anche un esempio concreto di economia circolare applicata al mondo fashion grazie all’impiego di polvere di grafite ricavata dallo scarto di produzione degli elettrodi per realizzare prodotti di qualità e nuova ricchezza.

Per saperne di più: https://www.wradliving.com/

5. WISEAIR

“Uniamo persone, municipalità e aziende nella difesa dell’aria pulita. Raccogliamo dati, generiamo consapevolezza, promuoviamo impatto”


La mission dichiarata da Wiseair è monitorare e preservare la qualità dell’aria nelle città attraverso un sensore fit-and-forget, sviluppato per essere installato ovunque e per raccogliere i dati necessari a trasmettere informazioni fruibili ai cittadini sull’aria che respirano. Alla tecnologia, Wiseair affianca diverse community operative in diverse città d’Italia per raggiungere i propri obiettivi in diversi contesti geografici e offrire innovazione per l’ambiente ma dalla forte impronta sociale.

Per saperne di più: https://www.wiseair.vision/

Foto da wiseair.vision

6. FRIECO

Frieco è una startup e una società benefit che dedica la propria mission allo smaltimento dei rifiuti attraverso processi innovativi, generando ricchezza e nuove risorse dal materiale di scarto.
Dopo una valutazione delle quantità e della tipologia di rifiuti prodotti da chi si avvarrà del servizio (aziende, GDO ed eventi, pubbliche amministrazioni e altri stakeholder pubblici e privati) Frieco raccoglie il triturato nei propri centri di lavorazione per rendere il materiale idoneo alla nuova produzione e alla reimmissione sul mercato.

Per saperne di più: https://www.frieco.it/

7. COMPOSTIERA DI COMUNITA'

ASA Tivoli S.p.A, la municipalizzata per la gestione del ciclo dei rifiuti del Comune di Tivoli in provincia di Roma, nel 2018 ha installato la prima apparecchiatura per il Compostaggio di Comunità in un parco pubblico, al servizio di un polo residenziale limitrofo.
Il compostaggio di comunità è una pratica per la gestione diretta degli scarti organici e il conseguente utilizzo del compost ricavato. Le persone che utilizzano l’impianto conferendo rifiuti organici ottengono delle agevolazioni in bolletta e possono utilizzare il compost prodotto per il proprio giardino. Gli operatori dell’impianto sono cittadini formati all’utilizzo della compostiera che prestano la loro attività su base volontaria.

Per saperne di più: https://www.asativolispa.it/compostaggio-di-comunita/

Asa tivoli e Compostaggio di comunità

8. UGO - HELLOUGO

Foto da hellougo.com

UGO offre un servizio di supporto e assistenza agli anziani e ai relativi familiari grazie a operatori caregiver professionali.
Che sia per visite mediche, commissioni o anche solo per compagnia, UGO si propone di costruire un “piano” assistenziale su misura per l’utente finale così da garantirgli indipendenza e, ove necessario, supporto sociale e psicologico.

Per saperne di più: https://hellougo.com/

9. TECH4CARE

Una start-up marchigiana impegnata a costruire un futuro con servizi digitali per la salute che siano più accessibili, efficienti e sostenibili per le persone fragili, non autosufficienti e con malattie croniche.
Tech4Care ha l’obiettivo di unire le forze con stakeholder locali, nazionali e internazionali per scambiare e sviluppare innovazioni sociali da applicare sul territorio per migliorare i servizi sanitari e sociali per una società più inclusiva.
La mission di Tech4Care si declina sia in attività di ricerca e sviluppo di soluzioni tecnologiche che è possibile dedicare alla persona, sia in attività di formazione alle figure personali e professionali che si raccolgono intorno alle persone più fragili.

Per saperne di più: https://www.tech4care.it/

Foto da techforcare.it

10. NEXTDOOR

È un’applicazione lanciata nel 2011 negli Stati Uniti dedicata ai vicini di casa, una specie di social network di quartiere che punta a creare community che possano fare quel che serve: scambiarsi oggetti, suggerimenti, consigli, raccomandazioni, organizzare feste, coordinare petizioni e iniziative.

Invece di suonare al campanello della vicina, tagli tempi e imbarazzi passando dalla bacheca di quartiere, lanciandoti oltre i condomini del palazzo verso chi abita poche strade più in là.

Foto da Nextdoor.com

NextDoor in Italia ha avvicinato più di 1200 quartieri e 30mila vicini grazie alla propria piattaforma, ma ovviamente viene utilizzato in tutto il mondo mettendo in connessione milioni di vicini in oltre 275.000 quartieri facendo leva quella che da sempre è la rete sociale per eccellenza.

Per saperne di più: https://it.nextdoor.com/

Foto di copertina di RODNAE Productions da Pexels

AUTORI

Mirko Malgieri
Author
Appassionato da sempre di lettura e scrittura, ho esplorato il mondo della comunicazione dalle redazioni giornalistiche e dagli uffici stampa. Mi affascinano la storia contemporanea, l'ecologia e i viaggi in moto. Considero l'etica e il rispetto i pilastri alla base della civiltà.
Profilo Linkedin
Laura Progressi
Author
Le mie esperienze di vita mi hanno fatto capire che sono una combattente nata! se voglio raggiungere un obiettivo, che sia personale o in ambito lavorativo, statene certi che ci riuscirò e non importa quanti sacrifici dovrò fare. Da sempre, nel tempo libero, scrivo poesie e leggo molti libri, ho un legame speciale con la Natura, fonte di ispirazione e luogo di pace dove recupero le energie positive.
Profilo Linkedin

Commenta l'Articolo

Your email address will not be published.

Cosa stai cercando?